Bologna - Scenario Festival 2019 , 3-5 luglio 2019

giovedì 4 luglio, ore 11:30 | DAMSLab / Teatro

Anticorpi

bolognaprocess | Agropoli, Sa
foto di Joan Calvet

con Yannis Adrimis, Debora Binci, Aurelien Vandenbeyvanghe

concezione e regia Paola Pisciottano

drammaturgia e sovratitoli Olmo Missaglia

luci e direzione tecnica Debora Binci

PAOLA PISCIOTTANO

via Giacomo Leopardi, 3 – 84043 Agropoli (Sa)

cell. 00 32 483125709

cell. 348 4721940

pao.pisciottano@gmail.com

Il pubblico è invitato a una conferenza. Tre attori parlano in italiano, francese e greco. Conducono una ricerca sul rapporto tra i giovani e le estreme destre in Europa.

Nell’inchiesta si aprono squarci autobiografici. E la conferenza slitta in modo impercettibile verso una domanda inquietante: i tre attori sono rimasti sedotti dall’oggetto della loro ricerca?

Occorre osare farsi contaminare per comprendere la portata dei neo-nazionalismi e decostruirne i discorsi, per sviluppare gli anticorpi.

Paola Pisciottano è nata nel 1990 ad Agropoli (Sa). Si laurea nel 2011 all’Università di Bologna con una tesi sulle Lezioni sulla credenza religiosa di Ludwig Wittgenstein.

Nel 2012 si trasferisce a Bruxelles, dove studia regia teatrale all’INSAS (Institut National Supérieur des Arts du Spectacle). Finora ha realizzato: Rumba de sanghe (2013), documentario radio nato dall’incontro con gli impiegati del Mattatoio di Anderlecht; H#1/Nulla è più difficile da sopportare di una serie di giorni felici (2015), performance su Barbie, Ken, il porno, Julia Roberts, il Vecchio Testamento e la nozione di felicità; c[RISE] (2015-2018) un viaggio-inchiesta sui possibili significati della parola “crisi”, realizzato in collaborazione con 25 giovani di 10 nazionalità diverse; Se piacere fosse [SUONO] (2018), documentario radio sul piacere femminile.

Durante il suo percorso di studi all’INSAS, Paola ha incontrato Olmo Missaglia e Michele De Luca, con i quali ha creato nel 2018 bolognaprocess, una piattaforma di creazione teatrale e performativa.