Premio Scenario infanzia 2018- 7a edizione

Cervo rosso © Tomaso Mario Bolis

Il Premio si rivolge a giovani di età inferiore ai 35 anni, non appartenenti a strutture socie di Scenario né a formazioni riconosciute o sovvenzionate.

Sono esclusi i progetti che siano già stati rappresentati integralmente o in parte davanti a qualsivoglia pubblico e che non restino inediti fino all’assegnazione del Premio. Sono altresì esclusi i progetti già proposti ad altri premi teatrali. Vengono selezionati progetti originali e inediti destinati alla scena, privilegiando sperimentazione e originalità di temi e linguaggi, in sintonia col referente bambino o ragazzo.

Scadenza bando: 10 Marzo 2018

Modalità di partecipazione

Per partecipare al Premio:

– compilare in forma digitale le quattro schede/questionario;
– versare la quota di iscrizione di € 70 secondo le modalità indicate nel bando;
– stampare le quattro schede dopo la compilazione on line. La prima e la quarta (scheda di iscrizione e autocertificazione) vanno firmate in calce dal referente;
– consegnare o inviare per posta entro e non oltre il 19 marzo 2018 le quattro schede stampate, unitamente alla ricevuta del pagamento e insieme a eventuali materiali relativi al progetto.

schede/questionario

Tappe di selezione

I partecipanti, selezionati dalle Commissioni zonali nella fase istruttoria, espongono frammenti o parti del loro progetto, in un tempo massimo di 20 minuti, nella tappa di selezione unica che si svolge in forma pubblica a Parma (Teatro al Parco, 15/16 maggio 2018). Un Osservatorio critico seleziona i progetti destinati alla finale.

Parma, 15 e 16 maggio 2018

Teatro al Parco

Parco Ducale 1 · 43100 Parma · organizzazione: Teatro delle Briciole/Solares Fondazione delle Arti
referente: Alessandra Belledi · tel. 0521 992044 · briciole@solaresdellearti.it · www.solaresdellearti.it

    martedì, 15 maggio 2018
  • ore 10:00
    Sala Grande
    Cosmonauti degli Universi… Entrate dalla finestra
    Valentina Pagliarani - Cesena (FC)
    8-12 anni
  • ore 10:30
    Sala Media
    Dreaming Beauty
    Madalena Reversa - Padova
    14-18 anni
  • ore 11:00
    Sala Grande
    Fratellino e Fratellina
    Asini Bardasci - Mondavio (PU)
    6-12 anni
  • ore 11:30
    Sala Media
    I vestiti di Mignolina
    Cantiere delle Fiabe - Quartu Sant’Elena (CA)
    6-10 anni
  • ore 12:00
    Sala Studio
    L'Osservatorio critico incontra le compagnie
  • ore 15:00
    Sala Grande
    Fandonia
    Compagnia SMG - Foligno (PG)
    6-14 anni
  • ore 15:30
    Sala Media
    Lonely
    Officine Montecristo - Arezzo
    8-15 anni
  • ore 16:00
    Sala Media
    Rautalampi
    Compagnia Garofoli/Nexus - Roma
    12-18 anni
  • ore 16:30
    Sala Media
    Come quando è primavera
    Binario 1310 - Roma
    9-13 anni
  • ore 17:00
    L'Osservatorio critico incontra le compagnie
  • mercoledì, 16 maggio 2018
  • ore 09:30
    Sala Grande
    La figlia sottovuoto
    Joujoux Folies - Genova
    8-12 anni
  • ore 10:00
    Sala Media
    Domino
    Generazione Eskere - La Spezia
    8-12 anni
  • ore 10:30
    Sala Grande
    Storto
    inQuanto teatro - Firenze
    13-18 anni
  • ore 11:00
    Sala Media
    Uifov
    Fabio Magnani - Rimini
    6-10 anni
  • ore 11:30
    Sala Grande
    Il Corsaro Nero
    Cinghiali in bicicletta - Terni
    11-16 anni
  • ore 12:00
    Sala Studio
    L'Osservatorio critico incontra le compagnie

I lavori selezionati hanno accesso alla Finale del Premio Scenario infanzia che si svolge a Cattolica nell’ambito di Scenario Festival (22-23 giugno 2018).

La Tappa di selezione è aperta al pubblico. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

MEMBRI ESTERNI

Guido Castiglia direttore artistico di Nonsoloteatro
Sara Ferrari organizzatrice e formatrice

SOCI DELL’ASSOCIAZIONE SCENARIO

Commissione Nord
Mila Boeri Atir Teatro Ringhiera, Milano
Renata Coluccini Teatro del Buratto, Milano
Sergio Meggiolan La Piccionaia, Vicenza

Commissione Centro/Nord
Irene Bartolini Teatro delle Ariette, Valsamoggia
Alessandra Belledi Teatro delle Briciole, Parma
Stefano Casi Teatri di Vita, Bologna
Jacopo Maj Teatro Gioco Vita, Piacenza
Angela Pezzi Teatro Due Mondi, Faenza
Cristina Valenti La Soffitta, Bologna

Commissione Centro/Sud
Matteo Angius Area 06, Roma
Giulia Basel Florian Metateatro, Pescara
Stefano Cipiciani Fontemaggiore, Perugia
Livia Clementi Sala Umberto, Roma
Gilberto Santini AMAT, Ancona
Massimo Vellaccio Florian Metateatro, Pescara

*I Commissari esterni esprimono un voto pro capite. I soci di Scenario esprimono un voto per Commissione.

Finale

I progetti finalisti partecipano alla finale del Premio che si svolge a Cattolica (Teatro Snaporaz e Piazza Roosvelt, 22 e 23 giugno 2018) nell’ambito di Scenario Festival 2018 promosso dall’Associazione Scenario. La giuria proclama un progetto vincitore e attribuisce due menzioni.

SCENARIO FESTIVAL 2018 - Cattolica, 22 e 23 giugno

Teatro Snaporaz, Piazza Roosevelt

    venerdì, 22 giugno 2018
  • ore 11:00
    Salone Snaporaz
    Fratellino e Fratellina
    Asini Bardasci - Mondavio (PU)
    6-12 anni
  • ore 11:30
    Salone Snaporaz
    Lonely
    Officine Montecristo - Arezzo
    8-15 anni
  • ore 16:00
    Salone Snaporaz
    Cosmonauti degli Universi… Entrate dalla finestra
    Valentina Pagliarani - Cesena (FC)
    8-12 anni
  • ore 16:30
    Salone Snaporaz
    Dreaming Beauty
    Madalena Reversa - Padova
    14-18 anni
  • ore 17:00
    Salone Snaporaz
    Rautalampi
    Compagnia Garofoli/Nexus - Roma
    12-18 anni
  • ore 21:30
    Piazza Roosvelt
    Domino
    Generazione Eskere - La Spezia
    8-12 anni
  • ore 22:00
    Piazza Roosvelt
    Storto
    inQuanto teatro - Firenze
    13-18 anni
  • ore 22:30
    Piazza Roosvelt
    Come quando è primavera
    Binario 1310 - Roma
    9-13 anni
  • sabato, 23 giugno 2018
  • ore 18:00
    Salone Snaporaz

    Premiazione

In caso di pioggia gli spettacoli previsti in piazza Roosevelt si svolgeranno nel Salone Snaporaz

Presidente
Maria Maglietta attrice e regista

Stefano Cipiciani vicepresidente dell’Associazione Scenario, presidente di Fontemaggiore, Perugia

Cira Santoro responsabile Teatro Comunale Laura Betti di Casalecchio di Reno e programmazione Teatro Ragazzi Ater Associazione Teatrale Emilia Romagna

Cristina Valenti presidente e direttore artistico dell’Associazione Scenario, docente di Storia del Nuovo Teatro e Teatro sociale, Università di Bologna

Federica Zanetti docente del Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna

Vincitori

Il progetto vincitore e i due progetti menzionati debuttano in forma compiuta presso il Teatro al Parco di Parma il 26 novembre 2018 nell’ambito di un’iniziativa promossa e organizzata dall’Associazione Scenario in collaborazione con Teatro delle Briciole/Solares Fondazione delle Arti.
>> programma
>> scarica la cartolina

photo galleries di ©DIANE|ilariascarpa_lucatelleschi
>> i finalisti
>> inQuanto teatro
>> Asini Bardasci
>> Generazione Eskere
>> Premiazione

  • Vincitore Premio Scenario infanzia 2018

    Storto
    inQuanto teatro - Firenze
    13-18 anni
  • Menzione Premio Scenario infanzia 2018

    Domino
    Generazione Eskere - La Spezia
    8-12 anni
  • Fratellino e Fratellina
    Asini Bardasci - Mondavio (PU)
    6-12 anni

Motivazioni della giuria

Le motivazioni della Giuria
Cattolica, 24 giugno 2018

La Giuria del Premio Scenario infanzia 2018 ha valutato gli 8 progetti finalisti della settima edizione del Premio e, nel comunicare gli esiti del suo lavoro, desidera esprimere una serie di valutazioni di carattere generale.
La finale ha presentato 8 progetti portatori tutti di competenza sul piano dei linguaggi e consapevolezza rispetto alle tematiche affrontate.
Dal linguaggio attorico a quello coreografico, dalla dimensione performativa ai percorsi immersivi, i lavori finalisti dimostrano di essersi sostanzialmente affrancati da un impianto di tipo testuale per organizzare la materia narrativa attraverso il ricorso a dispositivi molteplici, dalle immagini agli oggetti, dalle maschere al materiale didascalico declinato in diversi formati.
Emerge un riferimento originale alle fiabe che solo in alcuni casi attingono alla tradizione, più spesso sono riscritte nella contemporaneità, a partire dall’indagine su spaccati di realtà, che appartengono a paesaggi personali, sociali, culturali.
In quella che appare una generale dissoluzione dello status giovanile, attraversata da una profonda condizione di solitudine, il rapporto con il mondo è raccontato attraverso la dimensione del viaggio, verso luoghi o addirittura pianeti da raggiungere, nella rivendicazione di un’identità e di uno spazio personali da conquistare anche nelle differenze e nel rispecchiamento con le alterità.
Riconoscendo la particolare ricchezza e la varietà dei linguaggi emersi dai progetti degli artisti, la giuria ha ritenuto di assegnare un premio e due menzioni speciali.
Le Menzioni vanno ai seguenti progetti (in ordine di presentazione alla Finale):

Menzione al progetto
FRATELLINO E FRATELLINA di Asini Bardasci (Mondavio, Pu)
In una società in cui la genitorialità sembra sempre più ostacolata dai ritmi lavorativi e dalle difficoltà economiche, lo spettacolo affronta il tema dell’abbandono dei minori e della complessità oggi, di vivere appieno il tempo dell’infanzia. I due fratellini, ispirati alla fiaba di Hansel e Gretel, compiono un viaggio metropolitano in un mondo che divora i bambini come la strega della casa di marzapane, ma invece di ingrassarli li obbliga a diventare grandi e produttivi senza aver compiuto il naturale processo di crescita.
Le proiezioni di strade provinciali, di aree di sosta e di ecomostri creano una mappatura del mondo contemporaneo che stride con la lingua atavica delle filastrocche recitate per farsi coraggio, per creare un territorio sacro in un mondo in cui è scomparsa ogni bellezza.

Menzione al progetto
DOMINO di Generazione Eskere (La Spezia)
Lo spettacolo colpisce per la sua corale teatralità.
Lo squilibrato rapporto tra una bizzarra famiglia e il “piccolo imperatore” Gianmaria mette al centro le responsabilità adulte in un processo di costante soddisfacimento dei desideri infantili e lo fa superando quell’immagine edulcorata, che spesso contraddistingue il mondo dell’infanzia.
In questo grande gioco, fatto di sfide e divertimento, regolato da poteri che si alternano e si rincorrono, tra sconfitte e presunte vittorie, emergono ironia, ritmo e coralità. È un’equilibrata armonia che sembra intrecciarsi ad un’incalzante partitura musicale. I 9 attori in scena sono una presenza polifonica, come fossero voci e strumenti unici e diversi, e allo stesso tempo capaci di costituirsi in un insieme di espressioni e movimenti all’unisono.

La Giuria proclama progetto vincitore del Premio Scenario infanzia 2018:
STORTO di inQuanto teatro (Firenze)
La compagnia, con un organico e maturo lavoro di gruppo, mette in campo linguaggi molteplici per raccontare diversità e conflitti. In un tracciato drammaturgico lineare ed efficace, i segni della scena si incastrano a restituire la complessità di un percorso necessario ad una messa a fuoco della propria identità.
Lo spettacolo nasce da esperienze personali degli autori. Questo nucleo passionale trova in una scrittura asciutta, nella calda interpretazione degli attori, in un attento utilizzo delle immagini grafiche, in un ritmo incalzante, la strada giustamente “spietata” per arrivare agli spettatori. La capacità e il coraggio di mettere in scena la diversità, facendola diventare un valore esistenziale, è ancora più apprezzabile in questo momento storico, in cui il “diverso” viene fatto apparire come il capro espiatorio di mali e disagi sociali che hanno invece altrove le loro cause profonde. Il gruppo si rivela quindi capace di una visione poetica della parola politica.

la Giuria
Maria Maglietta, presidente
Stefano Cipiciani
Cira Santoro
Cristina Valenti
Federica Zanetti