Scenario Festival 2022, 1-4 settembre

giovedì 1 Settembre , ore 16:00 | DAMSLab / Teatro

Ninnoli

| età: 14-18 anni

Seppur | Frascati, Rm
Foto di Walter Cassuola (Cassuola 3C Cinefoto Club Cascina "Silvio Barsotti")

regia e drammaturgia Salvatore Crucitti
disegno dal vivo e drammaturgia Emanuele Cantoro
costumi Valeria Forconi
con Gabriele Anzaldi, Matilde Vigna
sound design Gabriele Anzaldi, Michele Febbraio
ispirato al fumetto Grazie di Emanuele Cantoro

SALVATORE CRUCITTI
via Lazzaro Belli, 2 – 00044 Frascati (Rm)
cell. 331 5767182
salv.crucitti@gmail.com

Ingresso libero con prenotazione consigliata. La prenotazione si effettua dal 20 agosto scrivendo a segreteria@associazionescenario.it

 

Una madre e un figlio vivono il terremoto di Amatrice che diventa il motore per la riscoperta del loro rapporto. Il terremoto porta con sé una distruzione e una rimozione concreta dei ricordi che investe il loro legame. Il figlio riscopre la propria infanzia attraverso oggetti dei quali non ha ricordi. La madre, parzialmente cieca, attraverso la ripetizione della descrizione degli oggetti d’infanzia, ripercorre il lavoro frammentato della memoria. Nel finale il figlio riesce a conservare con cura uno di questi ricordi, riconsegnandolo alla madre.

Su palco vuoto, due attori e un fumettista. Gli attori interagiscono con i personaggi e le ambientazioni illustrate sul fondale dai disegni dal vivo di Emanuele Cantoro.
La regia sfrutta un linguaggio fiabesco e asciutto, per cedere le possibilità scenografiche al disegno dal vivo, alla parola e al suono.
Un luogo scomparso viene raccontato attraverso gli oggetti, i “ninnoli”, tentando di mostrare un evento collettivamente conosciuto in una dimensione intima, donando, attraverso una sensibilità artistica, un punto di vista diverso dall’informazione giornalistica.

Oltre alla tematica della memoria, lo spettacolo affronta il passaggio cruciale di maturità di un adolescente e come questo cambiamento influenzi il rapporto con la madre.

Salvatore Crucitti, nato a Roma nel 1998, coniuga i linguaggi audiovisivi e performativi, riscrivendo il classico e la fiaba. Nel 2017 studia Teorie e tecniche dell’audiovisivo all’Accademia di Belle Arti di Roma e dal 2019 è allievo all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico con indirizzo Regia. Nel 2021 realizza Cappuccetto Rosso di Joël Pommerat (miglior spettacolo e miglior interpretazione all’European Young Theatre nella 64ª edizione del Festival dei Due Mondi, Spoleto).

Emanuele Cantoro, illustratore e fumettista nato a Roma nel 1997, collabora con diverse realtà editoriali. Nel 2017 stampa le prime autoproduzioni, nel 2018 fonda la rivista “Profondissima” e nel 2021 entra nella redazione della casa editrice bolognese Sigaretten fondata da Stefano Ricci, con la quale pubblica il suo primo libro Grazie.